A.C.P. S.r.l. - Acciaieria di Cividate al Piano, Bergamo, Italia - Benvenuti Lingua ItalianoEnglish language

Evoluzione

1973Inizio della costruzione di A.C.P. Acciaieria di Cividate al Piano S.r.l. seguendo il layout impiantistico tipico della maggior parte delle acciaierie elettriche di tipologia mini-mill nate negli anni '70 in Italia settentrionale.
1975-1976Completata e divenuta operativa, l'acciaieria era costituita esclusivamente dal parco rottame, da un forno elettrico (EAF) da 45 ton e da una macchina di colata continua (CCM) per la produzione di billette in acciai strutturali.
1996-1998Installazione del primo impianto fuori forno (LF1), ammodernamento della colata continua e creazione del reparto per il colaggio in aria di lingotti.
Potenziamento dell'impianto di abbattimento fumi per la nuova utenza del LF1.
2003Installazione dell'impianto di degasaggio sottovuoto (VD) che permise la produzione di acciai di alta qualità.
2004Acquisizione di A.C.P. SpA da parte di OLIFER S.p.A, con sede in Odolo (BS), e cambiamento della ragione sociale in OLIFER-A.C.P. S.p.A. OLIFER-A.C.P. S.p.A. è parte del GRUPPO OLIFER che controlla OLIVATT S.R.L. (n. 5 centrali idroelettriche) e le due aziende siderurgiche: l'Acciaieria di Cividate al Piano (BG) e il laminatoio di Odolo (BS). Ampliamento del capannone della colata continua C.C.M. ed automazione del caricamento dell'impianto ferro-leghe.
2005Adeguamento dell'impianto fumi alle nuove normative (IPPC-AIA).
2006Modifica del L.F. 1 e realizzazione del nuovo banco oscillante in C.C.M.
2008Estensione del capannone principale e creazione della nuova fossa di colata lingotti. Installazione del carro di colata (ladle-car) per il controllo e la registrazione dei parametri di colaggio. Creazione dell'officina meccanica. Installazione del primo forno per i trattamenti termici di ricottura con capacità di 100 ton. Costruzione di un nuovo edificio per i dipartimenti tecnici e qualità, la mensa, lo spogliatoio, l'infermeria ed il laboratorio di controllo qualità materie prime. Installazione del nuovo forno elettrico EAF da 70 ton, servito da un nuovo trasformatore e dal pacchetto chimico. Installazione del secondo forno siviera LF2 dotato di impianto Fe-leghe dedicato e strumentazioni di controllo per la produzione di acciai speciali. Sostituzione dei riscaldi siviera verticali con nuove strutture dotate di cappe di aspirazione per rispettare le normative ambientali (AIA). Inizio della prima fase dei lavori di bonifica nell'area parco scorie.
2009-2011Installazione di nuove strumentazioni ed attrezzature per il controllo qualità e della posta pneumatica per la trasmissione dei campioni dalle linee di produzione al laboratorio. Implementazione delle attrezzature di colaggio per aumentare la gamma di geometrie di lingotti producibili. Installazione di dispositivi e soluzioni tecnologiche per migliorare la sicurezza sul lavoro. Acquisizione di risorse umane per l'accrescimento dello staff tecnico e del know-how.
2012-2013Installazione della nuova gru di portata 130 ton per la movimentazione delle siviere. Installazione del secondo forno di ricottura con capacità di 200 ton. Realizzazione della nuova insonorizzazione dell'area EAF (elephant house). Upgrade della colata continua billette (introduzione EMS, nuovo raffreddamento primario e secondario, marcatrice in linea ed automazione livello 2 con quality tracking). Conversione dell'impianto VD in VOD (vacuum oxygen decarburation) per la produzione di acciai inossidabili low carbon. Estensione del capannone parco rottame e totale segregazione delle macro-famiglie di rottami al carbonio e legati. Proseguimento delle opere di bonifica e di miglioramento dell'impatto ambientale.
2016Cambio denominazione in A.C.P. S.r.l. Acciaieria di Cividate al Piano.
created by DavidePermunian.com